Keep calm and run on

Running, jogging, podismo, corsa. Comunque lo si chiami è una delle azioni più antiche che l’uomo abbia mai conosciuto, da quando nella Preistoria percorreva terre selvagge con una lancia in mano per cacciare a oggi, quando indossa un paio di scarpe –supertecnichedaicolorisgargianti– e compie il giro dell’isolato con l’iPhone in mano. Qualcuno corre perchè va di moda, perchè –fa figo ma non impegna-. Altri perchè –mi hanno detto che è il baccaglio è assicurato– e altri perchè vogliono smaltire la pancetta da birra o da aperitivo pre-weekend. Ed infine esistono quelli che corrono perchè gli piace.

Immagine

Il Bon Ton non ha ancora affrontato l’argomento –corsa– (probabilmente perchè quando Giovanni Della Casa scriveva i suoi diktat non andava ancora di moda) ma ho deciso di raccogliere alcuni accorgimenti sviluppati attraverso la mia esperienza personale (quindi siete liberissimi di comportarvi come vi pare a meno che non veniate a correre con me).

L’unica cosa che conta davvero per quanto riguarda l’abbigliamento sono le scarpe. Ognuno ha un proprio stile nel correre ed un modo di appoggiare il piede che se non sostenuti da scarpe adeguate possono portare col tempo a seri problemi alle articolazioni. Quindi lasciate perdere le scarpette glamour che fanno sembrare dei professionisti chiunque le indossi, a meno che non siate più interessati alla sfilata di moda che allo sport in sè. Chi vuole intendere, intenda.

Immagine

Se andate a correre al parco o in posti molto frequentati, evitate di salutare chiunque incontriate sul vostro percorso altrimenti rischiate di sembrare degli uffici d’accoglienza più che dei corridori seri. Ed inoltre molte persone vedono nella corsa un momento per fuggire dalla routine quotidiana e non avere alcun contatto con la razza umana circostante. Sì, ci sono molti snob (soprattutto tra i maratoneti ed affini) ma voi ignorateli completamente. Se correte perchè vi piace, perchè volete raggiungere degli obbiettivi ben precisi allora loro non hanno nulla in più di voi. La corsa non richiede grandi capacità intellettive ma solo allenamento e forza di volontà.

I cani vanno sempre tenuti al guinzaglio anche se non sono per nulla aggressivi; molte persone hanno paura e vedersi correre incontro un cagnolino scodinzolante non è piacevole. E colgo qui l’occasione per ricordare che, se notate qualcuno correre con un cane, evitate di fare battute ignoranti come –Eh, facile così!– o –Cosi non vale. Fa tutto lui!-. Nella corsa come nella vita di tutti i giorni vale la regola aurea di farsi gli affari propri.

Infine non scoraggiatevi e non guardate male chi vi sorpassa. E’ solo una questione di allenamento.

ImmagineImmagine

 

A tutti voi, buona corsa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...