Per noi che ancora crediamo nel Natale (e nella buona educazione)

Candide luci, campanelle tintinnanti, palline colorate e playlist natalizie infinite su spotify. Ci svegliamo la mattina e lì, in mezzo al salotto, una composizione luminescente di nastri e cristalli ci abbaglia con la sua purezza ancor prima di aver messo sul fuoco la caffettiera. L’agenda è colma di appuntamenti gastronomici e corse all’alba per bruciare la fetta (meglio due) di panettone della sera prima. I telegiornali oramai sono ipnotizzati dalle perturbazioni nevose e dalle statistiche su quanti regali si stanno comprando, cosa si sta comprando e quale sentimento accompagna l’atto del comprare. Ma malgrado molti si siano trasformati nei Grinch del Ventunesino Secolo noi continiamo ad essere euforici perchè siamo al quindici dicembre e il Natale sta arrivando.

Tuttavia galateo e buona educazione sono pronti a conquistare anche le festività natalizie (Santa Claus compreso) poichè tutta questa frenesia può in un’istante essere corrotta da un augurio mancante o una rissa parentale per via del troppo vino e da commenti inopportuni. Quindi per continuare a sentirvi come una personaggio Disney mentre costruisce un perfetto pupazzo di neve basterà seguire qualche piccolo consiglio.

Anzitutto, vi prego, evitate il riciclo dei regali. Nessuno aspira ad un presente modaiolo e al passo con le ultime tendenze, basta un oggetto semplice che rispecchi la personalità della persona a cui lo porgiamo. Un bel libro, una calda sciarpa per ripararsi dal freddo (e magari fatta da voi) o una prelibatezza culinaria perchè alla fin fine, a tutti piace mangiare. E poi anche se spachettate qualcosa che già possedete ed a regalarvelo è stato il medesimo parente dello scorso anno, evitate di esclamare –ah, ce l’ho già– perchè non c’è nulla di più sgarbato.

Per quanto riguarda le felicitazioni cercate di non cadere nel vizio degli auguri a catena. Scrivete un semplice sms alle persone a cui davvero dedicate questo momento di gioia e di condivisione senza preoccuparvi di fare un invio multiplo a tutti i contatti della vostra rubrica. Ovviamente se un soggetto indesiderato vi manda un augurio è buona educazione rispondere lasciando lo screzio in disparte.

Qui lo dico e qui lo nego (prima che la mia migliore amica mi rincorra con un mattarello dandomi dell’asociale) si può dire di –no– all’invasione dei parenti. Solo perchè vi siete candidati per ospitare nella vostra dimora il cenone della Vigilia o il pranzo di Natale, ciò non comporta che quaranta persone debbano soggiornare per una settimana (ma anche solo due giorni) in casa. Siate cordiali e spiegate dolcemente che la soluzione migliore è andare in una camera di albergo, affinchè ognuno possa conservare i propri spazi vitali (che in questo caso sono sacri quanto la nascita di Gesù Bambino).

Durante il convivio evitate argomenti pungenti e delicati come la politica, i soldi o i crucci amorosi della zitella di turno (a meno che non vogliate trasformare il tutto in una puntata di -Uomimi e Donne-). Quando si fa il brindisi sarebbe buona cosa non sbattere i bicchieri uno con l’altro e alzarsi dal tavolo per iniziare una maratona di –cin cin-. Panettone e pandoro si mangiano con le mani ma ciò non comporta che si lecchino le dita per pulirle dai rimasugli dello zucchero a velo (esiste quella cosa chiamata tovagliolo).

Ed infine ricordatevi che gli autentici protagonisti del Natale sono i bambini (anche se un pò cresciuti); non rovinategli l’atmosfera perchè sarebbe davvero di cattivo gusto. Più riuscirete a portare avanti il segreto di Babbo Natale e più loro saranno felici.

Buon Natale a tutti voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...